Vito Mercurio
BIOGRAFIA

Diplomato in violino presso il conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli, intraprende successivamente gli studi di composizione. La sua attività artistica si esprime in vari generi musicali. Lavora come violinista al Teatro San Carlo di Napoli e partecipa all'Orchestra da Camera "Franco Michele Napolitano". Si esibisce con un suo "Trio" in numerosi concerti.

A questa intensa fase dedicata alla musica classica segue un momento particolarmente proficuo e creativo che lo vede impegnato con il musicologo Roberto De Simone nella partecipazione di numerose Opere Teatrali, tra cui si annota "Io Raffele Viviani", su testi di Viviani elaborati da Antonio Ghirelli. Si apre una felice parentesi con Edoardo Bennato, con il quale si esibisce in una serie di concerti dal vivo.

Ritorna successivamente con Roberto De Simone nell'Opera Teatrale La Gatta Cenerentola al Festival dei Due Mondi di Spoleto. Partecipa di conseguenza, come violinista, alla realizzazione dell'album doppio dell'omonimo spettacolo.

È ancora presente nell'LP "Aggio girato lu munno" del gruppo La Nuova Compagnia di Canto Popolare, nel quale resta per ben otto anni. Diventa arrangiatore e autore di numerosi brani. Nasce l'album "Storie di Fantanasia", di cui il brano Fantanasia viene scelto da Lina Wertmuller e inserito nel film "Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti".

In questo periodo la personalità cresce alla luce di innumerevoli tours per il mondo che gli offrono l'occasione di partecipare a importanti rassegne e festivals internazionali, dove figurano i nomi dei più autorevoli musicisti dei nostri tempi:

Dizzie Gillespie, Frederic Goulda, Chick Corea e Keith Jarret.

Pino Daniele lo chiama a partecipare al doppio album live "Sciò".

Le diverse culture musicali, con le quali il musicista viene a contatto, lo stimolano sempre di più. Le fa proprie, vivendole intensamente, come momenti magici, che esaltano la sua forza creativa ed emotiva. Si afferma in lui la consapevolezza di rappresentare un fenomeno di musicalità e di originalità che esprime la musica popolare napoletana.

Stabilitosi a Milano, Vito Mercurio incontra Giorgio Gaber, che gli affida gli arrangiamenti della colonna sonora del lavoro teatrale dei brani, del disco di Ombretta Colli "Aiuto! Sono una donna di successo", non solo, ma lo ha voluto anche per la realizzazione delle musiche del suo spettacolo teatrale.

Nell'87, come coautore è presente al Festival di Sanremo con il brano Nostalgia Canaglia cantato da Albano e Romina Power, brano classificatosi al terzo posto. Sempre nell'87, prescelto a rappresentare la musica italiana, lo ritroviamo al "Mediterraneo Music Festival" - Antalya (Turchia), dove viene particolarmente apprezzato per il suo discorso musicale, ritenuto per eccellenza il linguaggio dei popoli del Mediterraneo.

Torna al Festival di Sanremo nell'88, come arrangiatore del brano "Mi Manchi", cantato da Fausto Leali (che gli affida anche gli arrangiamenti dell'album "Non c' è neanche il coro", in cui sono inseriti due brani, "Vedrai" e "Bambini Cattivi", di cui è coautore con Leali)

Lo ritroviamo ancora al Festival di Sanremo nell'89 quale produttore di un giovane artista, Antonio Murro, che presenta un brano di Vito Mercurio: " 'A paura". Murro incide poi un LP in cui tutti i brani sono di Vito Mercurio.

La particolarità della sua musica e la spiccata pesonalità artistica, gli permettono di essere spesso ospite in trasmissioni televisive nazionali, tra le quali citiamo:

Tg l'una, Uno Mattina, Canzonissima, Tg Agricoltura, L'una Italiana, Gratis, Torno Sabato - la lotteria con Giorgio Panariello, Le vie del mare ed altre.

Ha ulteriormente collaborato alla realizzazione di arrangiamenti di brani musicali cantati da:

Iva Zanicchi, Orietta Berti, Rita Pavone, Rossana Fratello, Silvje Vartan, Aida Cooper.

Nel 1993 un brano scritto da Vito Mercurio, Mamma che stress, è in gara alla 36° Edizione dello Zecchino d'Oro. In quest'ultimo periodo svolge un'intensa attività di compositore di musica classica e contemporanea. Ha da poco ultimato la sua prima opera "Alchimia", sinfonia elettroacustica per orchestra, voce recitante, soprano e live electronics, su testo di Carmela Forlenza, e numerosi brani per piccole formazioni.

Ha composto le musiche originali per Musical, spettacoli teatrali, televisione, radio, cinema:

Colonna sonora del film Lezioni di cioccolato 2: Il brano Nostalgia Canaglia fa parte della colonna sonora del film “Lezioni di cioccolato 2”.

Colonne sonore per Canale 5: utilizzo delle musiche affidate alla Fire Record e trasmesse come commenti musicali alle trasmissioni di Canale 5.

Commenti sonori per il Maurizio Costanzo Show: brani utilizzati come commento sonoro a uno spot del Maurizio Costanzo show.

Musical Sinceramente Pinocchio (musiche originali): musical di attori, musicisti, ballerini in scena. Lo spettacolo è patrocinato dal Parco Collodi, dove viene eseguito in prima nazionale. Vito Mercurio esegue le musiche in scena dal vivo con un gruppo di musicisti.

A volte se ne vanno (musiche originali): spettacolo teatrale testi di Gino Cogliandro (ex Tretré). Vito Mercurio esegue le sue musiche in scena con un gruppo di musicisti-attori.

Savor Mediterraneo (musiche originali): spettacolo di musica e danza, con musicisti e un corpo di ballo in scena. Coreografie di Vittorio Biagi.

Numerosi brani scritti da Vito Mercurio, raccolti nei cd “Cristiano e Arabo” e “Le terre del fuoco”, sono stati utilizzati come musiche di sottofondo per servizi televisivi nazionali e sono stati inseriti in programmi radiofonici nazionali. In quest'ultimo periodo svolge un'intensa attività di compositore di musica classica e contemporanea. Ha da poco ultimato la sua prima opera "Alchimia", sinfonia elettroacustica per orchestra, voce recitante, soprano e live electronics, su testo di Carmela Forlenza, e numerosi brani per piccole formazioni.

Inoltre svolge un'intensa attività editoriale e discografica. Ha creato la Note Di Merito, edizioni musicali che personalmente dirige. Figurano in catalogo numerose opere musicali firmate da nomi prestigiosi e da talenti emergenti della musica internazionale. È da qualche anno impegnato, con il suo gruppo "Vito Mercurio e Famiglia d'Arte", nella diffusione e valorizzazione degli autentici valori della tradizione musicale campana.

Una delle sue più fortunate composizioni, "Viandante", è stata recentemente incisa da Peppe Barra nell'album "Guerra" e dal grande Roberto Murolo nell'album "Ho sognato di cantare".

NEWS & SOCIAL