BIRTHH
BIOGRAFIA

BIRTHH, nome d'arte di Alice Bisi, con il suo primo album di debutto “Born in the woods” ha già catturato l’attenzione dei media e del pubblico di tutto il mondo, annoverandosi tra le migliori esponenti emergenti dell’alternative pop internazionale.

Dal 2016 infatti, oltre ad aver portato in tour il suo personale spettacolo, Birthh ha anche condiviso i palchi di svariati festival con nomi del calibro di PJ Harvey e Mac DeMarco, e supportato artisti quali Andrew Bird, Benjamin Clementine e Nick Murphy.

Con Carosello Birthh sta lavorando alla pubblicazione del suo nuovo album, distribuito in tutto il mondo.

 

“Sono sempre stata affascinata dal concetto di origine”, dice BIRTHH del suo nome d’arte. “Di base è una certezza. La nascita, insieme alla morte, sono le uniche due certezze. Tutto ciò che esiste ad un certo punto è nato”. E come mai la doppia ‘h’? “Avete mai provato a googlare “birth” senza due h?” dice ridendo. Stimolata dalla possibilità di suonare sempre di più in giro, registrò il suo album di debutto, “Born in the Woods”. Scritto tra i 17 e i 19 anni, ispirato da band quali i Daughter, quest’album era una bestia scura e arrabbiata, specialmente il singolo principale “Chlorine”. La musica di Birthh spesso sembra provenire da un altro mondo, un mood in continuo cambiamento che sembra al contempo impossibile da conoscere e radicato nell’umanità. Una testa fra le nuvole, ma con un piede per terra.